Malattie infettive gatti: quali sono e come si manifestano

Condividi l'amore per i gatti!

Gatti di colonia, gli esemplari che vivono in comunità numerose sono più facilmente soggetti a contrarre malattie infettive dei gatti

Come sa chi mi segue da anni sulla pagina Facebook, mi occupo di gatti felv, cioè malati di Leucemia Felina una tra le più gravi malattie infettive dei gatti. Ne esistono però molte altre, ve le elenco in questo breve articolo, in cui per ognuna trovate una breve spiegazione ed il link all’articolo di approfondimento (se già presente sul blog). Ricordate che questi sono articoli puramente informativi e che per qualsiasi problema o dubbio sulla salute del vostro gatto dovete rivolgervi ad un veterinario!

Malattie infettive dei gatti per cui esiste vaccino

FeLv, Leucemia Felina

La FeLv è il mostro con cui combatto ogni giorno, si tratta di una tra le più contagiose e gravi malattie infettive dei gatti. Si tratta di un retrovirus che attacca il sistema immunitario del gatto rendendolo vulnerabile a moltissime, gravi malattie come tumori ed anemie.

Si trasmette per contatto diretto attraverso tutti i liquidi corporei: sangue, liquido seminale, saliva, feci, urine, lacrime e muco. Di conseguenza con con rapporti sessuali, lotte, uso comune di ciotole e lettiere e leccamento reciproco. Non è tuttavia scontato che un gatto si infetti e per fortuna esiste un vaccino! La FeLv non è trasmissibile a noi umani!!!

Leggete l’articolo di approfondimento: FeLv, se la consoci salvi il tuo gatto!

Gastroenterite virale felina o Panleucopenia

La gastoenterite virale felina o panleucopenia è una malattia molto contagiosa in quanto può essere trasmessa sia per contatto diretto che indiretto ed il virus permane nell’ambiente molto a lungo. Il periodo di incubazione può variare dai 2 ai 9 giorni e causa sintomi molto gravi nei cuccioli, la gastroenterite felina è infatti una delle principali cause di morte nei gattini.

Questo virus colpisce prevalentemente l’intestino causando vomito, diarrea emorragica con conseguente forte disidratazione, ma può interessare tutto l’organismo portando febbre, anemia e depressione fisica generalizzata.

La gastroenterite felina può essere curata con opportune terapie e può essere prevenuta con la vaccinazione.

Leggete l’articolo di approfondimento: Panleucopenia o gastroenterite virale felina: cos’è, sintomi e prevenzione

Calicivirosi

La calicivirosi è una malattia infettiva causata dal calicivirus. Questa malattia provoca una serie di gravi sintomi soprattutto nei gatti giovani che possono portare anche alla morte se non diagnosticata in tempo e curata

I sintomi principali sono: difficoltà respiratorie, stomatiti, ulcere al palato superiore ed alla lingua. Per la calicivirosi esiste il vaccino.

Rinotracheite virale felina

La rinotracheite virale felina è causata dall’herpesvirus ed anch’essa è molto contagiosa e spesso mortale per i gattini molto giovani. I sintomi della rinotracheite virale felina sono: scoli nasali mucopurulenti, tosse, starnuti, salivazione viscosacheratite ulcerosa.

Tutte queste malattie sono contagiose solo tra gatti e non son in alcun modo trasmissibili all’uomo o ad altre specie animali!

Rabbia

La rabbia è una malattia ormai quasi praticamente sradicata nella nostra penisola ma molto pericolosa e contagiosa per tutti i mammiferi, compreso l’uomo e per questo la sua profilassi è disciplinata da un articolo del Regolamento di Polizia veterinaria. In Italia la rabbia è presente in sole due regioni, Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, dove è obbligatoria la vaccinazione anche per i gatti.

La rabbia si manifesta con turbe del comportamento e paralisi e porta alla morte in breve tempo.

Malattie infettive dei gatti per cui non esiste vaccino

Fiv: immunodeficienza felina

La FIV è detto anche AIDS dei gatti poiché è una malattia molto simile all’HIV umano: ma si tratta di un virus completamente diverso e che non è in alcun modo trasmissibile all’uomo!!

La FIV si trasmette esclusivamente attraverso liquido seminale e sangue, di conseguenza esclusivamente attraverso rapporti sessuali e lotte con morsi e ferite profonde.

Attaccando il sistema immunitario, anche la FIV come la FeLv, rende il gatto vulnerabile a tutta una serie di malattie. Per la FIV non esiste al momento vaccino, ma per fortuna è meno infettiva rispetto alla Felv e la prospettiva di vita è notevolmente più lunga, una gatto FIV che vive in casa può infatti facilmente avere una media di vita simile a quella di un gatto sano.

Leggete l’articolo di approfondimento: FIV, virus dell’immunodeficienza felina

Potrebbe interessarvi anche: FIV e FeLv a confronto

Peritonite infettiva o FIP

La Peritonite infettiva o FIP è una malattia di origine virale causata da un ‘corona virus’. Si tratta di una malattia ad alta contagiosità che causa gravi epidemie nelle colonie o negli allevamenti.

La malattia provoca sintomi molto gravi-particolarmente nei gatti sotto i 2/3 anni di età- ma è comunque pericolosa a qualsiasi età. I sintomi principali consistono in:

  • febbre
  • calo di peso
  • diarrea
  • vomito
  • rigonfiamento dell’addome per accumulo di liquido
  • difficoltà respiratorie
  • astenia.

Non esiste vaccino ma da poco tempo è disponibile una terapia sperimentale che sta dando buoni risultati anche se i costi sono ancora altissimi.

Leggete l’articolo di approfondimento: FIP: cause, sintomi e prevenzione

Per informazioni, suggerimenti, segnalazioni o collaborazioni potete contattarci con messaggio privato sui social o al cellulare che trovate qui sotto (via whatsapp)!!

Grazie per averci letto e se avete trovato utile questo articolo, condividetelo!!

Per non perdere gli articoli di Gattosamente, iscrivetevi alla newsletter whatsapp inviando un messaggio con scritto newsletter on al numero + 39 389 8463586!

Articolo di ©SaTiky, riproduzione vietata.

Protected by Copyscape

Potete seguirci anche sui social:

Facebook:

Instagram

Scoprite di più seguendo questi link:


Condividi l'amore per i gatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto